Manca poco di un mese alla Pasqua.

I piatti tradizionali sono davvero calorici ed è difficile prepararli in versione light senza perderne l’essenza fondamentale.

Ecco perché in questo mese abbiamo deciso di fornire quante più valide alternative che speriamo possano tornavi utili per poter offrire ai vostri ospiti e alla vostra famiglia delle scelte sì più light ma altrettanto gustose e di effetto.

La crostata pasqualina di asparagi è ottima per iniziare con un pasto ricco di verdure.

Non è propriamente una crostata vegetariana, abbiamo infatti inserito anche il prosciutto cotto, che voi potete omettere se preferite, o sostituire con altro salume.

Seguite attentamente la preparazione passo per passo e potrete anche portare questa quiche come regalo se vi hanno invitato a cena.

 

INGREDIENTI (Porzioni per 8 persone)

► 250 gr di farina integrale;

► 125 gr di burro ammorbidito;

► 1 pizzico di sale;

► 1 cipolla di tropea di media grandezza;

► 2 gambi di sedano;

► 500 gr di asparagi;

► 5 uova preferibilmente da galline allevate a terra;

► 2 cm di radice di zenzero fresca;

► 1 cucchiaino di zafferano;

► 30 gr di parmigiano grattugiato.

► 5 cucchiai di olio extravergine di oliva

► sale qb.

 

PROCEDIMENTO:

♦ Una volta preparati tutti gli ingredienti, lavorate su un piano il burro con la farina integrale e un pizzico di sale fino a formare una palla di impasto morbido, ma non troppo. Se l’impasto dovesse risultare un po’ secco aiutatevi con mezzo bicchiere di acqua. Avvolgete la palla di pasta nella pellicola e fatela riposare in frigorifero per un’ora;

♦ Nel frattempo preparate il ripieno. Lavate e tagliate la cipolla a pezzetti e i gambi a rondelle. Mettete tutto in una padella con l’olio e fate soffriggere a fuoco lento, poi versate mezzo bicchiere di acqua. Noi abbiamo preferito stufare le verdure, allungando con un po’ di acqua profumata allo zenzero.

♦ Aggiungete lo zafferano e fatelo sciogliere per bene e la radice di zenzero grattugiata. Fate insaporire per qualche minuto e poi spegnete il fuoco.

♦ Lavate e tagliate la parte dura degli asparagi, dividendo il gambo dalle punte. Fateli cuocere al vapore per 3 o 4 minuti (il tempo di cottura dipende da quanto sono grandi). Cuocete poi a parte le punte per 2 minuti. Le abbiamo separate proprio perché cuociono più in fretta.

♦ Scolateli, tagliateli a pezzetti di circa 1 cm e uniteli, con le punte, in padella con le cipolle, fate insaporire per qualche minuto, mescolando, e salate (non troppo, mi raccomando!)

♦ Aggiungete il prosciutto a pezzetti, mischiatelo con le verdure e fate scottare per un minuto, poi spegnete il fuoco e fate raffreddare. (Questo passaggio è, come spiegato prima, puramente facoltativo)

♦ Nel frattempo tirate fuori la base di pasta dal frigo e stendetela abbastanza sottile con un mattarello su un foglio di carta da forno. Adagiatela in una tortiera a bordi bassi del diametro di 26-28 cm (in questo modo la torta salata verrà più larga e bassa) e riscaldate il forno a 180°C. Potete usare anche una normale tortiera del diametro di 24 cm, l’importante è il contenuto della torta salata.

♦ Sbattete, quindi, le uova con la ricotta. Versate il contenuto della padella nel battuto e versate il tutto sulla base della torta salata, livellando bene il composto.

♦ Mettete la torta in forno per mezz’ora, a metà cottura aprite il forno e spolverizzate in superficie con il parmigiano grattugiato, quindi rimettete a cuocere. Quando mancano 5 minuti, mettete in “modalità grill” sulla parte superiore per far dorare la torta.

Il formaggio grattugiato potete aggiungerlo anche prima, quando mescolate le uova con la ricotta.

♦ Sfornate la vostra torta salata e fatela riposare per 5-10 minuti. Trasferitela su un piatto di portata, senza la carta da forno, e servite, tiepida o fredda.

Prima di sfornare controllate il fondo della torta alzandola da un lato con l’aiuto della carta forno: se non vi sembra ancora ben cotta, lasciatela in forno altri 5 minuti, regolando il grill sulla parte inferiore del forno.

 

VARIANTI

Potete usare anche il curry al posto dello zafferano e non utilizzare lo zenzero.

Potete aggiungere delle erbe aromatiche, il prezzemolo, il coriandolo, o la menta.

Al posto della ricotta va bene anche la panna, ma con la prima è più leggera.

Provate anche a sostituire la cipolla di tropea con il porro, o con delle cipolle dorate, a vostro gusto, o mischiare questo ingrediente con una costa o due di sedano.

Potete inoltre sfumare l’intingolo di asparagi e le cipolle con del vino bianco.

E naturalmente la varIante più ovvia è quella di preparare la base con la farina bianca o altra farina a vostro piacimento (o necessità) e/o mescolarla con quella integrale.

 

Buon appetito!

 

 

Dottoressa Laura Masillo

Comments are closed